28 novembre – Museo Borgogna-Vercelli- “Hours Of Being – Momenti dell’essere”

28 novembre – Museo Borgogna-Vercelli- “Hours Of Being – Momenti dell’essere”

Sabato 28 novembre, ore 21
Hours Of Being – Momenti dell’essere

Riflessi e riflessioni da Virginia Woolf
Concerto a cura della Società del Quartetto

Sabato 28 novembre 2015, al Museo Borgogna ore 21, per la Stagione della Società del Quartetto, inserito nella rassegna “l’Arte si fa sentire” del Museo Borgogna è in programma il concerto intitolato “Hour of being” momenti dell’essere: riflessi e riflessioni su Virgia Woolf, con interpreti il pianista Massimiliano Genot e le voci recitanti di Ivo De Palma e Licia Di Pillo.

Tra le note del grande compositore americano Philip Glass dal film “The Hours”, eseguite dal vivo da Massimiliano Genot, Licia Di Pillo e Ivo De Palma danno voce e suggestione alla scrittura di Virginia Woolf, altamente sperimentale all’epoca della redazione e ancor oggi modernissima e certo non convenzionale.

La “trama” di molti suoi scritti, compresi i racconti da cui sono tratti i materiali per la serata, è spesso molto semplice, addirittura banale. Il punto di osservazione, espresso in terza persona, è la coscienza dei personaggi e non quello di un narratore super-partes: per questo la narrazione abbonda di impressioni visive e uditive, di libere associazioni, di possibili digressioni, trasformando il racconto in uno o più percorsi interiori permettendoci di comprendere ciò che si muove “nel” personaggio.

immagine dell'attore Ivo Depalma

Nato nel 1962, Ivo De Palma è attore e doppiatore dal 1983. Ha intrapreso la carriera, prevalentemente vocale, sulla piazza di Milano, che negli anni ʼ80/ʼ90 vede il doppiaggio come specializzazione in forte crescita. Dai primi anni ’90 è anche direttore di doppiaggio e, negli ultimi tempi, apprezzato dialoghista. Ha dato la voce a svariati personaggi, prevalentemente in ambito animazione (che a Milano per molto tempo è stato il genere che andava per la maggiore), rimasti nel cuore degli appassionati: tra i moltissimi altri, Pegasus dei Cavalieri dello Zodiaco, Mirko in Kiss Me Licia, Rukawa in Slam Dunk, Maito Gai in Naruto, Toki nei nuovi film di Ken il Guerriero. E’ anche stato la voce italiana di Frank Cooper nella soap-opera Sentieri, e negli ultimi tempi di Kevin nella sit-com di successo “How I met your mother”. La sua voce è presente in numerosi videogiochi tra i più noti degli ultimi anni: Assassin’s Creed, World of Warcraft, Mercenaries, Kill Zone, Resident Evil, e in svariati spot pubblicitari locali e nazionali. Presso Filmdubsters-Torino, da tempo cura vari progetti audio/video e multimediali per conto proprio, con un’attenzione particolare alla resa vocale del verso poetico: numerose sono le videopoesie pubblicate sul suo canale Youtube, di autori noti e anche (molto) meno noti. L’impegno profuso nell’interpretazione si combina col dettaglio della ripresa vocale, per un ascolto sempre coinvolgente ed emozionante. A Torino, propone anche i suoi corsi, legati all’uso della voce, con particolare riguardo alla resa a microfono e alla trasposizione in italiano di contenuti provenienti dall’estero: dizione, doppiaggio, adattamento dialoghi.

immagine dell'attrice Licia Di Pillo

Licia Di Pillo ha seguito il corso di dizione, espressione vocale, recitazione al microfono e doppiaggio con Ivo De Palma. Incuriosita e stimolata dai legami tra le varie forme d’arte ha partecipato a reading e spettacoli teatrali contraddistinti dall’approfondimento del rapporto tra parola e suono. Tra le collaborazioni più recenti si ricordano “Lezioni di Piano – The Piano” lettura – concerto a due voci e pianoforte tratta dal film di Jane Campion al Museo Borgogna di Vercelli, “Suona Suona, Rimbaud!” alla Fondazione Merz di Torino (voce e pianoforte), “Liszt, l’ultimo incontro” all’interno della rassegna “Liszt, Roma, Sgambati … e altro” di Villa D’Este a Tivoli per voce e pianoforte.

immagine del pianista Genot

Massimiliano Génot inizia i suoi studi all’Istituto musicale Corelli di Pinerolo con Gianni Sartorio, con il quale si diploma in pianoforte, mentre si diploma in composizione presso il Conservatorio di Torino con Riccardo Piacentini. Si perfeziona con Aldo Ciccolini e con Maria Tipo al Conservatorio di Ginevra (Premier Prix de Virtuosité), per concludere i suoi studi ad Imola con Lazar Berman e Piero Rattalino, con il quale approfondisce la storia e la teoria dell’ interpretazione. Premiato al Concorso Busoni 1994, si distingue particolarmente nel repertorio romantico e virtuosistico.Come solista debutta nel 1991 con l’ Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino e successivamente con l’ Orchestra del Festival di Brescia e Bergamo, La Savaria Orchestra, La Toscanini di Parma,l’Orchestra Bruni di Cuneo, L’ Orchestra Sinfonica Siciliana, etc. Ha inciso in prima assoluta la Scuola della Velocità di Carl Czerny , l’ opera pianistica di Leone Sinigaglia, i suoi Lieder e l’ opera violinistica con il soprano Anja Kampe e la sorella Alessandra Génot. Scrive di pianoforte per la rivista Musica. I suoi brani pianistici, editi da Sconfinarte, sono stati recentemente eseguiti in Canada. Insegna attualmente presso il Conservatorio” Verdi” di Torino. Visiting professor presso il Conservatorio Reale di Bruxelles, L’ Accademia di Danzica, di Poznam, in Turchia e presso l’Oficina di Musica di Curitiba. Ha suonato in Giappone, Vietnam, Brasile, Argentina, Ecuador, Stati Uniti, Israele, Germania, Francia, Svizzera, Ungheria, Portogallo, Polonia, Montenegro.

Sabato 28 novembre 2015
Museo Borgogna, ORE 21- “L’Arte si fa sentire”

Hours of being, momenti dell’essere
Massimiliano Genot, pianoforte
Ivo De palma, voce recitante
Licia Di Pillo, voce recitante
Musiche di Philip Glass

Biglietteria
Uffici della Società del Quartetto. Via Monte di Pietà 39 Vercelli
dal lunedì al venerdì 10-12 e 16-18.
Ingresso € 10

Scrivi un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.